Mondolinx

Sugli scaffali i prodotti del territorio: uno sbocco al tempo del lockdown

Nel periodo del lockdown, le attività del settore alimentare sono state tra le poche a poter rimanere aperte. E sono diventate, come non mai, un punto di riferimento importante anche per l’economia circolare che ruota attorno al CircuitoLinx. È il caso di Aglietti, piccola catena di supermercati locali di Biella iscritta al Circuito. Nel momento dell’emergenza ha dimostrato grande attaccamento al territorio e un’ammirevole disponibilità a sostenere le aziende che erano state messe in difficoltà dal lockdown. Un esempio di impresa che nel valore del Circuito ci crede veramente, e lo dimostra con fatti concreti. Come quando, a soli due giorni dalla festa di Pasqua, ha deciso di acquisitare ben 60 uova di Pasqua dall’associazione Nuvolando di Cerano (Novara), una no profit che si prende cura di bambini con disabilità. L’associazione, come ogni anno, aveva acquistato un notevole quantitativo di uova di Pasqua da vendere per beneficenza nei mercatini che normalmente venivano messi in campo nelle settimane precedenti alla ricorrenza. Quest’anno però, a causa dell’emergenza Covid, l’annullamento di tutte le manifestazioni pubbliche in cui venivano realizzati i banchetti ha provocato un calo delle vendite, con il rischio che quelle 60 uova avrebbero creato un ammanco nelle casse dell’associazione. Contattato dai broker di zona, Federico Aglietti ha deciso di ritirare l’intero stock di uova avanzate per poi provare a rivenderle pur in tempi strettissimi. Ma i supermercati Aglietti hanno mostrato grande disponibilità anche nei confronti dei produttori del territorio iscritti al CircuitoLinx, nel momento in cui il lockdown ha causato per tutti una contrazione delle vendite. Così, sempre con la regia dei broker di zona, il market è stato messo in contatto con una serie di piccoli produttori di qualità che hanno potuto attivare un nuovo canale di vendita nel settore della distribuzione alimentare. Dai vini dell’azienda agricola Patrone ai formaggi di capra di Marisa Cottini, dai salumi del Salumificio Divin Porcello ai formaggi vaccini dell’azienda agricola della Piazza, fino alla carpenteria Argentero (nel tondo Cristina Argentero). Un bouquet di eccellenze che hanno potuto trovare, anche nel lockdown, uno sbocco importante tra gli scaffali di Aglietti.