Mondolinx

Grafomedia chiede, il Circuito risponde: “Sempre presente”

Le interazioni createsi all’interno del Circuito risultano immediatamente utili a risolvere determinate problematiche o a soddisfare le esigenze delle imprese che ne richiedono la partecipazione. Molto spesso, le potenziali collaborazioni sorgono inaspettatamente e creano impreviste ma vantaggiose sinergie tra le aziende coinvolte. È il caso di Multiservice Ambrosiana, impresa multiservizio specializzata nell’erogazione in outsourcing, nella sanificazione da Covid, nella fornitura e nel montaggio di scaffalature industriali e nell’offerta di corsi di formazione professionale e di sicurezza sul lavoro. Roberto Gaiba, il broker della zona, riceve una telefonata da Grafomedia (attività specializzata nella stampa di articoli per lo sport e non), che gli richiede una fornitura urgente di personale, proprio durante la visita iniziale a Multiservice. Quest’ultima, appena iscritta, acquisisce subito un lavoro con Grafomedia dimostrando sia l’efficacia tempestiva del circuito, sia le infinite possibilità lavorative che possono crearsi rimanendo vigili e confidando nella circolarità interazionale. Non passa molto tempo, poi, prima che la Grafomedia abbia bisogno nuovamente del circuito. Nello specifico, ha la necessità di risolvere alcune problematiche particolarmente urgenti riguardanti il gestionale. I broker si attivano e Valentina Missaglia propone a Roberto di far collaborare Grafomedia con Rappis, (nel tondo a sinistra) programmatore della sua zona di competenza. Quest’ultimo, in tempi record, riesce a risolvere il problema, mettendo a punto un software gestionale ad-hoc in Filemaker, che permette all’impresa di gestire efficacemente i dati da inserire nella sua piattaforma e-commerce riducendo drasticamente le tempistiche. Multiservice Ambrosiana, Grafomedia e Rappis si sono quindi rese protagoniste di un teatrino circolare molto evocativo. La continua e costante proposta di sinergie, possibili tra gli innumerevoli membri della rete, evidenzia come spesso il sistema economico, sempre più orientato verso i criteri della globalizzazione, abbia difficoltà a raccogliere e accomunare efficacemente gli agenti della comunità, in funzione di una vantaggiosa cooperazione multilaterale. Il circuito rappresenta quindi uno strumento potentissimo sia per il sistema economico territoriale, che risente della mancanza di dinamicità e di circolarità, sia per le singole imprese del sistema stesso, che hanno a disposizione un efficiente veicolo di possibilità collaborative, di opportunità di crescita e di espansione individuale.